Recap del Trono di Spade 8×04 (SPOILER)

Ecco a voi il nostro recap della 8×04.

Se vi siete persi il recap dello scorso episodio, eccolo qui: https://themantovanis.blog/2019/05/01/recap-del-trono-di-spade-8×03-spoiler/

Attenzione agli SPOILER

game-of-thrones-logo-sigla-maxw-654

 

La scena si apre davanti alle mura di Grande Inverno, dove i personaggi ancora vivi si apprestano a bruciare le spoglie dei caduti nella battaglia di Grande Inverno.

 

DAENERYS (piangente, davanti al corpo di Ser Jorah): Se solo fossi ancora vivo… guarda, te la darei!

JORAH (apre gli occhi di scatto):..:!

DAENERYS: Ehehe, scherzavo. Non avrei mai potuto amarti come tu volevi.

 

Jorah richiude gli occhi, definitivamente morto dopo questo ultimo colpo al cuore.

 

Le pire vengono accese.

 

JON: Vabè, questa è fatta. Festone?

TUTTI: Yeee!

 

E se ne vanno a bere e festeggiare nella sala del castello.

 

Tutti sono felici insieme ai loro amichetti del cuore, tranne Daenerys, che se ne sta sola al tavolo senza che nessuno le parli.

 

Gendry si alza per andare in bagno.

 

DAENERYS: Ehi tu, non sei il figlio illegittimo di Robert Baratheon, l’usurpatore che mi ha rubato il trono e ha ripetutamente tentato di assassinarmi, costringendomi all’esilio e alla schiavitù?

GENDRY: Ehm… sì.

DAENERYS: Ti faccio Lord di Capo Tempesta!

GENDRY: Figo, grazie!

DAENERYS (disperata): Adesso mi fai amica?!

GENDRY: Scusa, ho da fare.

Se ne va.

DAENERYS: Oh.

SAD DAENERYS

 

Tyrion, Jaime e Brienne fanno il gioco  introdotto nella prima stagione, in cui, se qualcuno indovina un fatto sulla persona che le sta davanti, questa deve bere.

Nella prima stagione segnava un toccante momento di introspezione mentre qui è semplicemente una scusa per ubriacarsi, il che è un po’ una metafora dell’evolversi della qualità della sceneggiatura.

 

BRIENNE: Tu sei… seduto davanti a me!

TYRION: Accidenti, me l’hai fatta! Mi tocca bere.

E giù a trincare.

 

Jon invece è circondato da Tormund e altri bruti.

 

TORMUND: Quanto è figo Jon! Quanto è simpatico! A lui sì che siamo leali, solo lui può sopravvivere quando sembrava morto…

DAENERYS (timidamente): Veramente io sono uscita da una pira funeraria accesa e…

TORMUND (ignorandola): E poi ha guidato un drago. DUE volte!

DAENERYS: Be’, io in effetti è da sempre che…

TORMUND: E anche se non ha fatto un cacchio di niente di utile nella battaglia alla fine è lui l’eroe! Dovrebbe proprio essere re!

DAENERYS: E che cazzo però! (se ne va, indignata)

Varys la osserva preoccupato.

 

Intanto, al tavolo dei Lannister…

TYRION (a Brienne): Tu sei vergine!

BRIENNE: Sbagliato, sono Acquario. Adesso vado a pisciare.

JAIME, TORMUND, MASTINO (sospirando, guardandola con gli occhi a cuore): Com’è elegante e affascinante…

 

Jaime la segue, con grande disappunto di Tormund, che però si consola in fretta.

Sansa raggiunge il Mastino.

 

SANSA: Ciao, è un po’ che non ci vediamo!

MASTINO: È vero. Ah, come sei cambiata, mi ricordo di quando eri piccola e ti chiamavo uccellino… avevi l’apparecchio, e i brufoli, e i poster di Justin Bieber, ti ricordi? Come quella volta che hai litigato con tua sorella e lei ti ha spinto nel fango e tutti ti prendevano in giro…

SANSA (sorride a denti stretti): Già.

MASTINO: Bei tempi, bei tempi. Dobbiamo proprio fare una rimpatriata una volta così racconterò a tutti di quando eri una ragazzina imbarazzante.

SANSA: Ceeerto, lo faremo di sicuro. (si alza per filarsela alla velocità della luce)

MASTINO: Comunque avresti fatto meglio a venire con me. Non ti sarebbe successo nulla con Bolton, saresti stata bene.

SANSA: Sì, ma lo stupro e tutto il resto mi hanno fatta crescere come personaggio.

MASTINO: Cioè… aspetta, lo stupro quindi sarebbe stata una cosa buona per la tua evoluzione?

SANSA: Be’, sì, così gli sceneggiatori mi hanno finalmente dato una triste storia™ e…

MASTINO: Ma avevi già una storia tragica! Avevi già un tuo arco narrativo!

SANSA (si stringe nelle spalle):

MASTINO: No, vabè.

no maria io ecsco

 

Gendry intanto a trovato Arya, che sta scoccando delle frecce, così, a caso.

 

GENDRY: Ehi, adesso sono Lord di Capo Tempesta! Sposiamoci!

ARYA (felice): Oh Gendry!

Lo abbraccia e lo bacia con passione.

ARYA: …No.

GENDRY: Ma..?!

 

Jaime intanto ha raggiunto Brienne nella sua stanza.

 

JAIME: Ho portato del vino e… ammazza, fa caldo qui, eh? (inizia a slacciarsi il colletto)

BRIENNE (perplessa): Siamo in pieno inverno e ci sono venti gradi sottozero.

Jaime intanto prende un telecomando e schiaccia un pulsante.

Le note di “You can leave your hat on” si diffondono nella stanza.

Jaime improvvisa uno spogliarello che vorrebbe essere seducente, ma appare molto goffo per via della mano finta.

JAIME (cercando di tenere la camicia coi denti per slacciare un bottone): Ce la faccio eh… solo un attimo…

BRIENNE (esasperata): Faccio io.

I due si spogliano e si baciano con passione.

BRIENNE: Non sono mai andata a letto con nessuno.

JAIME (allarmato): Ma allora hai barato al gioco di Tyrion, avresti dovuto bere e per questa infrazione viene applicata una penalità…

BRIENNE: Ok, ok, ho capito.

Si baciano ancora.

Jaime si stacca improvvisamente.

JAIME: E quindi quella volta che hai vinto a briscola…

BRIENNE: E sta’ zitto!

I due ricominciano a baciarsi.

JAIME: Comunque… non ho mai baciato un cavaliere.

ROMUALDO: Ma questa è una mia battuta!

 

In un’altra ala del castello, anche Daenerys e Jon stanno amoreggiando, fino a che Jon non interrompe il bacio, pensoso.

 

JON: Ma quindi, se Rhaegar era il fratello che ha sposato Lyanna che era la sorella di Ned e la mia vera mamma… chi è già Viserys?

DAENERYS (esasperata): Viserys era l’altro fratello che… senti, lascia perdere, non ci pensare più. Non parliamo di questa storia ad anima viva, così sarà come se non fosse mai successo.

JON: Ma io voglio dirlo a Sansa e ad Arya!

DAENERYS: No, ti prego a Sansa no, lei mi odia! Non farebbe che prendermi in giro perché vado a letto con mio nipote.

JON (con l’aria di chi capisce qualcosa all’improvviso): Aspetta, quindi se mia mamma era sorella di tuo fratello… no aspetta…

Jon si perde nell’analisi del suo albero genealogico.

 

Nella sala del castello

 

TYRION: Bella la tua sedia a rotelle, Bran… Bran, Bran…?

BRAN: Scusa, mi ero distratto. Sono sempre sintonizzato su episodi di serie tv trasmessi nella mia testa.

TYRION (che evidentemente si sta facendo due balle così a questa festa, ora che tutti i suoi amici si sono appartati con le loro belle): Un po’ ti invidio.

BRAN: Non invidiarmi, sono tutte repliche.

Se ne va con aria solenne.

gufo

 

 

Il giorno dopo, nella sala operativa del governo

 

DAENERYS: Dopo la battaglia con gli Estranei, le nostre forze sono decimate e gli uomini esausti. Direi che è il momento ideale per attaccare Cersei, che ha un esercito potentissimo, una flotta coi controcazzi e ha appena ricevuto le truppe della Compagnia Dorata. È nostra responsabilità proteggere i sudditi dei Sette Regni.

SANSA: Ma…?! E se invece recuperassimo le forze…?

DAENERYS: PERCHÈ DEVI SEMPRE CONTRADDIRMI?!

JON: Daenerys è regina e quindi ha ragione lei, punto.

SANSA: sansa seen

DAENERYS: E poi brucerò Approdo del Re.

TUTTI: No!

DAENERYS (confusa): Ma Cersei è lì…

TYRION (paziente): Sì, e anche tutti i diecimila abitanti della città.

DAENERYS: Quindi…?

TYRION: Sono i sudditi che dicevi di voler proteggere.

DAENERYS (visibilmente delusa): Ah già.

SANSA: … (facepalm)

 

Mentre tutti se ne vanno via, Arya e Sansa trascinano Jon nel Parco degli dei per spiegargli due cosette. Bran se ne sta in un angolo a farsi i cazzi suoi.

ARYA: Ricapitolando… salvare le persone, bene, bruciare con i draghi degli innocenti, male.

JON (piagnucolando): Dai, Bran, aiutami tu!

BRAN: … (in sottofondo si sente la sigla di Friends)

JON: Sentite, devo dirvi un segreto ma dovete giurarmi che non lo direte a nessuno, mai, neanche in punto di morte, non deve lasciare questo giardino, proprio neanche se vi torturano, lo giurate?

ARYA: Sì.

SANSA (incrociando le dita dietro la schiena): Ceeerto.

 

Jaime e Tyrion sono in un non meglio specificato locale a bere da soli.

JAIME: Che strano stare con una più alta di me.

TYRION (facendo spallucce): A me capita sempre.

 

Bronn fa irruzione nella stanza brandendo una balestra.

 

BRONN: Cersei ha detto che mi ricompenserà se vi uccido!

TYRION: Ma noi ti ricompenseremo se NON ci uccidi, ti farò Lord di Alto Giardino.

BRONN (ci pensa su): Ok, ci vediamo alla fine della guerra.

 

Se ne va.

 

JAIME: Questa storyline è davvero ben gestita.

 

Il Mastino se ne sta andando via per conto suo, e viene raggiunto da Arya.

 

MASTINO: Io veramente stavo andando ad Approdo del Re e…

ARYA (interrompendolo): Anche io!

MASTINO: Be’, preferirei non avere compagnia perché…

ARYA: Neanche io!

MASTINO: Sai, io odio tutt…

ARYA: Io pure!

MASTINO: Non mi lavo le ascelle da giorni.

ARYA (fiera, solleva le braccia): Io nemmeno!

MASTINO (sospirando): Vabè… vieni con me. Almeno ci aiuteremo in caso di bisogno.

ARYA (indignata): Non ci penso neanche!

 

Jon saluta Tormund.

 

TORMUND: E così me ne torno oltre la Barriera, non vedo l’ora di starmene tranquillo, rimettermi a posto la casa, sai, lì non c’è molto cibo ma risparmiando un po’…. Non ne posso più di voi terroni.

JON: Ma noi siamo del Nord!

TORMUND: Ceeerto.

JON: Ah senti, ti ho lasciato il mio metalupo. E’ ferocissimo, distrugge tutto, ti seguirà ovunque e mangia il doppio di un lupo normale.

TORMUND: Ma…?

JON: Vedrai, vi divertirete.

 

Tyrion va a salutare Sansa, che come al solito contempla il cortile dal balcone.

TYRION: Ciao Sansa, volevo dirti che sto per partire.

SANSA: Aspetta, nasconditi!

 

Sansa sputa giù dal balcone e poi si appiattisce contro il muro.

 

DAENERYS (si tocca la testa, perplessa): Non capisco perché piova sempre quando passo di qua…

 

TYRION: Che peccato che non andiate d’accordo. Vabe’, io vado, tante care cose…

SANSA: Aspetta, aspetta, devo raccontarti un super gossip! Ma non dirlo a nessuno, mi raccomando!

TYRION (incrociando le dita dietro la schiena): Ceeerto. Si sta creando una bella sinergia tra noi, vero?

SANSA: sansa seen

TYRION: Uffa, però.

 

Daenerys arriva in volo su Drogon a Capo Tempesta, accompagnata da Rhaegal e dalla sua flotta.

 

Ad un certo punto girano l’angolo e…

 

ENORME FLOTTA DI EURON GREYJOY: Eilà.

 

Il pubblico si domanda come sia possibile che Daenerys non l’abbia vista da lassù.

 

Tutte le navi sono dotate della grossa balestra progettata da Qyburn.

 

La scena si sposta ad Approdo del Re.

QYBURN (elargendo balestre a tutti): Una per Bronn, una per te, una per la ragazza là in fondo, almeno una su ogni nave…

 

Nella battaglia…

DAENERYS (fa spallucce): Vabè’, chi se ne frega, tanto i miei draghi sono invincibili, se no ti pare che ad Essos non avrebbero già…

 

Ad un tratto una pioggia di frecce colpisce al primo colpo Rhaegal, che stramazza in acqua, morto.

 

DAENERYS: Ma…?!

 

Daenerys si scaglia contro la flotta dei Greyjoy

DROGON: Gulp.

DAENERYS (ripensandoci): Forse non è una grande idea.

Gira il drago e torna indietro.

 

Intanto la flotta Targaryen cade sotto i colpi dei Greyjoy e tutti fanno naufragio a Capo Tempesta… per riunirsi poco dopo nella sala della mappa, senza nessun problema.

 

TYRION: È stato gentile da parte del nemico lasciarci qui tranquilli anche se ci avevano distrutti e avrebbero potuto facilmente farci tutti fuori.

VARYS (annuisce): Vero, vero.

DAENERYS (molto arrabbiata): Hanno ucciso il mio drago, adesso andrò ad Approdo del Re e brucerò TUTTO!

TYRION: Ma Cersei ha fatto entrare tutti i sudditi nella Fortezza Rossa, non puoi massacrarli così. Incontriamo Cersei. Bisogna fare uno sforzo per negoziare e usare la violenza solo se non si ha scelta.

DAENERYS (ci pensa su): Hai ragione. Faremo vedere ai sudditi che ho fatto ogni sforzo per far ragionare Cersei…

VARYS: Fiuu, meno male!

DAENERYS:… prima che vada a BRUCIARE TUTTO!!!

VARYS: Gulp.

TYRION (a Varys, sottovoce): Devo raccontarti un super gossip. Ma non dirlo a nessuno, mi raccomando!

VARYS (incrociando le dita dietro la schiena): Ceeerto.

 

Poco dopo, Tyrion e Varys sono soli.

 

TYRION: Mi raccomando, è un segreto che Jon sia il vero erede al trono, eh!

VARYS: Nah, ormai l’ho raccontato a tutti.

 

Un soldato a caso fa irruzione nella stanza.

SOLDATO A CASO: Oh ragazzi, devo raccontarvi un super gossip. Ma non ditelo a nessuno, mi raccomando!

VARYS: Lo sappiamo già.

SOLDATO A CASO: Ah, ok. (se ne va)

 

TYRION: Ma…?!

VARYS: Potrebbe non essere un male, sai. Jon sarebbe un bravo re. La gente gli è leale. Dovunque è andato ha fatto alleanze con tutti, con i bruti, con Stannis, con Daenerys stessa. Questo è importante in un politico.

TYRION: In pratica è un democristiano.

VARYS: Come noi, del resto! E poi sono preoccupato per lo stato mentale di Daenerys, al banchetto l’altra sera ho notato che era tutta sola, nessuno le parlava, completamente isolata…

TYRION: E sei andato a tenerle compagnia tu?

VARYS (indignato): Certo che no!

TYRION (dubbioso): Non so, non so. Non voglio tradire Daenerys. Sembrava così in gamba!

VARYS: Eh, che ci vuoi fare, con i reali va così. Comunque io sono leale solo al Regno. Adesso vado.

 

Varys esce dalla sala.

 

VARYS (in lontananza): Ehi, tu! Devo raccontarti un super gossip. Ma non dirlo a nessuno, mi raccomando!

 

A Grande Inverno, Jaime sta sellando un cavallo quando Brienne lo raggiunge.

 

JAIME: Ho sentito che Daenerys vuole bruciare Approdo del Re e che mia sorella è in pericolo.

BRIENNE: Ammazza come viaggiano in fretta le notizie.

JAIME: Scusa, devo andare a salvarla.

BRIENNE: No, Jaime! E il tuo arco di redenzione, lo buttiamo nel cesso così?

JAIME (solenne): Sì, io sono cattivo. Ho fatto tante cose cattive per Cersei.

BRIENNE: Non ci credo. Tu sei un brav’uomo!

JAIME: Ho spinto Bran giù da una torre.

BRIENNE: Ma adesso sta bene, no?

 

Indica Bran, che guarda fisso nel vuoto mentre in sottofondo si sente la sigla di Happy Days.

BRAN: gufo

JAIME: Ho ucciso tantissime persone, ho preso a calci dei cuccioli, ho buttato la plastica nell’indifferenziato e una volta…

BRIENNE (scuote la testa): Non voglio saperlo….

JAIME: Ho spoilerato a Tyrion il finale di “Avengers: Endgame”. Per Cersei.

 

Brienne cade in ginocchio, piangendo disperata, mentre Jaime sale sul cavallo e se ne va.

 

Ad Approdo del Re, Cersei è fuori dalle mura in attesa di parlare con Daenerys.

Insieme a lei ci sono Euron e Missandei, in catene.

 

CERSEI (perplessa, ad Euron): Mi ricordi come mai abbiamo preso questa tizia?

EURON (fiero): Quando la flotta nemica ha naufragato abbiamo capito subito che questa ragazza, l’unica persona a non aver raggiunto la riva, era importantissima per la regina e sarebbe stata una pedina cruciale nella negoziazione, quindi, invece di dare il colpo di grazia all’esercito di Daenerys, l’abbiamo ripescata e portata qui.

CERSEI (facepalm): Sei una volpe.

 

Qyburn esce dalle mura.

 

TYRION: Ci vado a parlare io, non vi preoccupate, sono bravissimo in queste cose.

 

Tyrion si avvicina a Qyburn.

 

TYRION: Eilà vecchio mio, come butta? Senti un po’, da collega a collega, non è che riusciamo a metterci d’accordo? Sai, se i draghi di Daenerys uccidessero tutti sarebbe… sai…

QYBURN (fa spallucce): Eh sì, un bel casino, con tutto quel fumo.

TYRION:… stavo per dire “una tragedia che segnerebbe la nostra generazione”, ma ok. (ci pensa su) Senti, fammi parlare direttamente con Cersei.

 

Tyrion si avvicina ancora di più alle mura.

 

TYRION: Cersei, ti prego, accetta di negoziare la resa con Daenerys.

CERSEI: Non ci penso neanche!

 

Tyrion fa un cenno e un suonatore di violino lo raggiunge, suonando una melodia strappalacrime.

 

TYRION: Cersei, sorella mia, ti prego di riconsiderare le tue decisioni. Se non vuoi farlo per i tuoi sudditi, ti prego, fallo per il tuo bambino, il piccolo innocente bebè…

CERSEI (improvvisamente agitata): Ehm, e tu come fai a saperlo?

TYRION (imperterrito): L’adorabile fagottino d’amore che era già stato concepito l’ultima volta che ci siamo visti, ben prima che Euron ti portasse la sua flotta…

CERSEI (facendo cenno di tagliare): Magari ne parliamo un altro momento, ok?

EURON: meme calculating

CERSEI: Vabè, vabè, passiamo avanti, non possiamo stare qui tutto il giorno. (a Missandei) Hai qualche ultima parola da dire?

MISSANDEI: Fanculo.

DAENERYS (da diverse centinaia di metri di distanza): Ho sentito benissimo!

 

Ad un cenno di Cersei, Ser Robert Strong taglia la testa di Missandei.

 

TUTTI: Nooo!

Una risposta a "Recap del Trono di Spade 8×04 (SPOILER)"

Add yours

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.

Blog su WordPress.com.

Su ↑

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: