Recensione de “Il prezzo della sposa” di Amalia Frontali e Amaryllis L. Medlar

“Il prezzo della sposa” è un romanzo storico epistolare della fine del 2018, scritto e prodotto da Amalia Frontali e Amaryllis L. Medlar. Il testo mi è stato caldamente consigliato dall’autore Luca Buggio, per cui mi ci sono subito fiondata.

Il libro è il primo volume di una trilogia ambientata tra la Russia e la Svezia nella seconda metà dell’Ottocento; questo romanzo vede protagonisti Ann di Salmis, una giovane nobile svedese, e Ivan Orchadev, ragazzo un po’ più vecchio di lei, calmucco e figlio di una famiglia di mezzadri del Principe Kuragin.

La storia, che si articola in modo un po’ insolito, dal momento che è raccontata in forma epistolare, descrive la singolare amicizia tra i due protagonisti, nonché l’incontro/scontro tra due mondi molto diversi. Ann è di famiglia nobile svedese, figlia di un diplomatico e di una scacchista eccezionale, di cui lei sembra aver ereditato il talento; Ivan invece è figlio di quelli che un tempo erano chiamati serf, servi della gleba, da poco affrancati e resi di fatto mezzadri. I due fanno amicizia da bambini e iniziano a scambiarsi lettere con le mosse degli scacchi, in partite che durano per diversi anni e attraversano le fasi più importanti delle loro vite, intrecciandosi con le storie di tutti gli altri personaggi.

Il romanzo è costituito da una serie di lettere, biglietti e articoli di giornale, in un modo molto originale di rivedere il classico romanzo epistolare, che al massimo era costituito da diari segreti o privati; talvolta il numero di biglietti lunghi e dettagliati lasciati “sul tavolo” o “nella giacca” può sembrare pretestuoso, ma rende il ritmo incalzante e addirittura, in alcuni punti, serrato.  Lo stile e il registro cambiano a seconda dell’autore della lettera o del biglietto, cosa che secondo me è molto ben riuscita e dà una vera e propria impronta ad ogni personaggio.

La trama è molto lineare, la vicenda è di stampo classico, come una sorta di romanzo di Jane Austen in forma epistolare, privo però di stravolgimenti o di grandi colpi di scena (almeno nel primo che ho letto io); ciononostante il ritmo è così rapido che è difficile staccarsi prima di averlo concluso. La parte storica è poi resa molto bene, specialmente perché si tratta di luoghi e tempi non così gettonati da questi tipi di romanzo e che quindi, almeno per me, sono risultati essere una piacevole scoperta.

In conclusione, credo che questo romanzo epistolare possa essere apprezzato da diversi tipi di lettori, purché amanti dello storico: assolutamente consigliato.

il prezzo della sposa

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.

Blog su WordPress.com.

Su ↑

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: