Recensione di “Kage Queen- L’eredità” di Simone Lari

“Kage Queen- L’eredità” è il primo volume della saga thriller paranormale di “Kage queen”, scritta e prodotta da Simone Lari.

Ho vinto questo ebook con il giveaway organizzato dal gruppo Facebook Alla scoperta di autori indipendenti.

Si tratta di un romanzo di genere intermedio tra il thriller paranormale e l’action puro, tanto che mi ha ricordato quei film adrenalinici e un po’ machisti anni Duemila.

Il protagonista della storia è Kage Queen, eccentrico e misantropo “consulente”, dal misterioso lavoro e dalle abilità fuori dal comune. Quando scopre che il padre è in fin di vita e lascerà a lui la cospicua eredità se e solo se sarà sposato e con un erede maschio, Kage decide di inscenare una finta famiglia, rivolgendosi ad un’agenzia matrimoniale per trovare una vedova con figlio a carico disposta ad organizzare la truffa. Tuttavia, l’eredità che gli fa tanta gola nasconde molti segreti e nemici violenti lo aspettano. La cosa particolare di tutta la vicenda, però, è che lui acquisisce informazioni prima di tutti gli altri grazie ad un legame telepatico con la propria gatta, che vede il futuro che lo riguarda.

Il libro ha un ritmo serratissimo, che è la cosa che colpisce immediatamente: rapido, incalzante, quando l’ho finito avevo l’impressione che fosse cortissimo, invece era di 264 pagine. Me lo sono immaginata come un film d’azione, le scene di combattimento in particolare sono molto visive e descritte, secondo me, molto bene.

Un elemento particolare del testo è che vi è uno strano e piacevole mix di generi, cosa che rende la lettura molto scorrevole: l’elemento paranormale dà mistero alla vicenda, l’ideazione della truffa fa partire subito nel vivo la trama e le scene di azione portano nuove indagini, aggiungendo una parte investigativa con altri personaggi (i detective).

Il rapporto con la moglie, July, mi ha ricordato la leggerezza delle commedie romantiche americane, soprattutto la questione dell’essere messi in una situazione “intima” come il matrimonio e successivamente affezionarsi.

Il protagonista mi era piuttosto antipatico: privo del senso dell’umorismo, maniaco del controllo, perfettino. Mi ha fatto sorridere, però, come veniva descritto dal punto di vista di July: uomo pericoloso e misteriosamente coinvolto in delitti e morti improvvise… però, ehi, è ricco, non rompe le scatole, ed è comunque meglio dei casi umani a cui lei si era abituata. Le sue preoccupazioni vengono risolte con un’alzata di spalle: questa parte l’ho trovata piuttosto divertente e stranamente realistica.

In conclusione, un romanzo action dalle tinte paranormali, dal ritmo rapido e che vi regalerà ore piacevoli di lettura.

 

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.

Blog su WordPress.com.

Su ↑

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: